EnglishFrenchGermanItalianSpanish
EnglishFrenchGermanItalianSpanish

Cosa succede alla nostra casa in caso di divorzio?

Quando compriamo una casa con il nostro partner ci troviamo in un momento molto importante della nostra vita e non pensiamo che possa arrivare il giorno in cui vorremo divorziare e dovremo decidere cosa fare di detta casa. Quando una coppia si scioglie e divorzia dalla casa è una questione complicata da affrontare, tuttavia se ne parliamo dall'inizio può risparmiarci più di un problema in caso di divorzio.

Come accennato in precedenza, esistono una serie di procedure che possono aiutare a lungo termine. Sono documenti relativi che non dovrebbero essere legati a valori sentimentali in quanto possono farci risparmiare tempo e denaro in futuro.

La prima cosa che consigliamo è di fare certificati di matrimonio, è un contratto o documento che stabilisce il rapporto economico che esisterà nel matrimonio. Il regime economico del vostro matrimonio può essere stipulato, modificato o sostituito.

Ci sono tre diversi tipi di regimi economici in Spagna: Il regime dei beni comuni (stabilisce che i benefici o guadagni che si ottengono durante il matrimonio sono comuni ad entrambi. È condiviso equamente) il regime di separazione dei beni (ogni individuo mantiene la proprietà di tutti i propri beni separatamente) e infine il regime di partecipazione (Ogni individuo ha il diritto di partecipare agli utili ottenuti dall'altro).

Un altro documento solitamente pesante e sconsigliato è il testamento (dichiarazioni di ultima volontà di una persona, alienazione di beni). Questo non è raccomandato poiché è un documento che può avere molta carica emotiva.

Se la casa è in affitto

Questo primo scenario è il più semplice di tutti poiché la casa non appartiene a nessuno degli individui. Il più comune è parlare con il padrone di casa per informarlo, o per continuare uno dei due o per terminare l'affitto.

Né colpisce i bambini se ci fossero, è meglio che ogni membro della coppia cerchi una nuova casa.

La Legge sulle locazioni urbane stabilisce alcuni obblighi nei confronti dell'inquilino che divorzia nei confronti del locatore; se non rispettano, possono avere conseguenze come la risoluzione o la risoluzione del contratto di locazione.

Proprietà di entrambi e divorzio nel mezzo

Quando una coppia divorzia, uno dei problemi è cosa faranno con la casa di famiglia. Questo può essere molto complicato, ecco perché all'inizio di questo post consigliamo di stipulare contratti matrimoniali.

In questi casi potrebbero esserci degli accordi per vendere la casa, la prima cosa che dovrai fare è concordare il prezzo della casa; Se non c'è accordo si deve effettuare una perizia dell'immobile, quanto ottenuto va distribuito al 50%.

Un'altra opzione nel caso in cui uno degli individui voglia mantenere la casa è che l'altra persona gli dia la sua parte. Una volta vista la solvibilità dell'interessato, si procederà al cambio delle condizioni del mutuo. Un'altra possibilità sarebbe quella di annullare il mutuo e stabilire un nuovo mutuo ipotecario con un'altra entità.

Può anche accadere che venga emessa una sentenza del tribunale per cui si rimane con la casa per la cura dei figli. Ciò implica che la banca non elimini uno dei titolari, quindi è comunque obbligata a pagarlo.

Compra una casa prima del matrimonio

Qui il divorzio non incide molto, cioè se non ci sono figli coinvolti la casa sarà di chi l'ha acquistata prima del matrimonio e l'altro coniuge dovrà uscire di casa.

Se ci sono bambini coinvolti, la prima cosa è vegliare su di loro. In questa situazione può capitare che il proprietario debba uscire di casa per donarla ai figli e all'altro componente della coppia, perché hanno l'affidamento in caso di divorzio, condiviso o unico. Rinuncia solo al suo uso poiché la proprietà rimane sua, in nessun caso la casa può essere affittata.

Può anche succedere che la casa appartenga ai genitori di uno dei coniugi, anche se l'altra parte della coppia potrebbe stare con i nipoti e non il figlio.

Comprare casa dopo il matrimonio

Questo è il più comune e ciò che accade di più, normalmente quando una coppia si unisce in matrimonio decide di acquistare una casa. Se la casa non è stata ancora saldata, devono continuare a pagare il mutuo in caso di divorzio e accordo. Anche se pagano il mutuo, solo uno di loro può vivere in casa.

Se non si raggiunge un accordo, la cosa più normale è disfare la comunione dei beni (regime economico matrimoniale in cui uno dei membri raggruppa e divide in parti uguali gli utili ottenuti). Più tardi può essere che uno di loro compri metà della casa dall'altro o venda la casa e ognuno cerchi una nuova casa.

Un'altra opzione sarebbe che uno di loro compri il 50% dell'altro e registri la proprietà come unico proprietario. Se non viene raggiunto un accordo, devono vendere la casa e condividere i profitti.

Nel caso in cui tu abbia una casa e desideri metterla in vendita, o porre fine al tuo matrimonio e cercare una nuova casa per te stesso, possiamo aiutarti con tutto ciò di cui hai bisogno per entrambe le procedure. Grazie alla nostra vasta esperienza, in Remax Estrella Abbiamo le competenze e gli strumenti per rendere possibile ciò di cui hai bisogno. Noi ti aspetteremo!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.